Come scrivere un articolo

Per scrivere bene una notizia devi ricordarti che un articolo di cronaca deve rispondere a cinque domande chiave: Chi?Che cosa?Quando?Dove?Perché?
Il lavoro del giornalista inizia dalla ricerca di questi particolari, che costituiscono la radice della notizia e vanno inseriti in posizione di testa (lead – all’inizio dell’articolo).

Le prime righe dell’articolo devono fornire al lettore i dati essenziali del fatto. Per essere più efficace, per dare il senso di ciò che è avvenuto, il lead deve essere serrato, conciso.


Comincia a scrivere

Ora puoi iniziare a pensare al pezzo vero e proprio ricordandoti che:

  • l’interpretazione dei fatti che dai deve essere coerente e argomentata: ti puoi soffermare sulle caratteristiche dei protagonisti di un fatto, sulle circostanze di luogo e di tempo, sugli aspetti di costume, sugli scenari storici, politici, sociali, economici in cui si colloca l’avvenimento.
  • le tue frasi devono essere lineari e abbastanza concise (evita l’enfasi, la superficialità e la prolissità).


Lo stile

Per dare scioltezza al linguaggio giornalistico è importante tener presente che:

  • la narrazione deve procedere in modo ordinato e armonioso, senza bruschi salti
  • il discorso deve seguire un certo filo logico e le frasi devono essere unite tra loro, evitando di ricorrere ad espressioni come “quindi”, “di conseguenza”, “poi”, “in seguito”.
  • è utile andare a capo al punto giusto (la chiarezza di un testo è anche frutto dell’ordine dei periodi)


Cosa devi evitare

Il periodo deve essere formato da frasi brevi e lineari, senza incisi, senza elencazioni meticolose, senza lunghe citazioni, facendo un uso molto limitato di pronomi relativi e delle proposizioni dipendenti: i complementi indiretti, con le preposizioni e con le locuzioni prepositive, disturbano la semplicità e la linearità della frase; gli avverbi rischiano di renderla torbida, di appesantirla; le frasi subordinate danno al periodo un andamento tortuoso. Inoltre evita come la peste di utilizzare la prima persona!


Il finale
 

Se la tua scaletta è strutturata ad opera d’arte allora pian piano il tuo articolo volgerà verso il finale che deve contenere una chiosa in cui emerge il tuo punto di vista. L’ideale a questo punto sarebbe trovare una battuta ad effetto ma non è necessario, ciò che conta è che la tua conclusione sia effettivamente incisiva e che non stravolga il contenuto dell’intero pezzo.


Rileggi

Ricerca di un qualunque orrore ortografico e sforzati il più possibile di eliminare ripetizioni o eventuali giri di parole un po’ troppo prolissi.


Scegli un titolo

Ora sei pronto per il tocco di classe: titolo, sottotitolo e se vuoi anche occhiello! Il primo deve essere ad impatto, il secondo deve dare qualche indicazione sul contenuto, il terzo, infine, è una sorta di sommario del tuo pezzo.